Z.T.L. Zona Traffico Limitato


itinerari

itinerari
printer friendly

Visioni :: Ultimo Tango a Parigi (1972)

Ultimo Tango a Parigi (1972)
Attori: Marlon Brando, Maria Schneider, Jean-Pierre Leaud, Massimo Girotti, Maria Michi, Giovanna Galletti
Regista: Bernardo Bertolucci

Questo film segnò la consacrazione ad autore internazionale di Bernardo Bertolucci, 32 anni, che vantava al suo attivo già cinque film girati in dieci anni: "La commare secca", "Prima della rivoluzione", "Strategia del ragno" e "Il Conformista".
Con questa opera interamente ambientata a Parigi, egli affronta una nuova impresa: un film aperto, con protagonista il divo Marlon Brando ( appena reduce dal successo de "Il Padrino" ), che, lanciato in anteprima mondiale al festival di New York nel mese di ottobre, ottenne un risultato a dir poco storico.
Al centro della trama un amore folle, che avrebbe ben presto trasformato l'opera in un mito, un mito maledetto che fu condannato al rogo per quindici anni, dopo un'interminabile serie di sequestri e rimesso in circolazione solo nel febbraio del 1987.
Il tema centrale è dunque un rapporto impossibile, che si nutre di un forte sadomasochismo, fra un uomo maturo ( Marlon Brando ), un quarantacinquenne liberal americano finito a Parigi in seguito ad un burrascoso passato ed una ragazza ( Maria Schneider ); il tutto avviene casualmente, sfociando in un rapporto sessuale esplosivo ed ossessivo, attraverso il quale l'uomo si illude di ritrovare se stesso. Ma l'unione di queste due anime dominate dalla solitudine non può essere che fugace e tragica.
In questo incontro-scontro fra i due sessi, che ha avuto inizio nell'appartamento deserto in cui i protagonisti, senza conoscersi, si posseggono in modo quasi animalesco e continueranno a farlo senza mai scambiarsi i nomi ( che saranno rivelati al termine del film ), si riflette, oltre all'incomunicabilità, anche l'atmosfera pesante e violenta degli anni di piombo.
L'intero film è disseminato di segnali di morte, eppure quella riscoperta del nostro lato più oscuro ed "animalesco" suona come un disperato bisogno d'amore, come un'esortazione alla vita.
Colpisce, in particolar modo, la lunga sequenza del tango tra i manichini: quando la ragazza capisce che sta per essere trascinata nel nulla, decide di troncare quello che considerava un gioco, solo più eccitante di tanti altri, sparando ed uccidendo.

20/10/2001 - Nemo - postato da kzk


RSScommenti



mira lo que encontré, te lo mando.
un beso

23/07/2002 00:00:00

Biografia del grande attore Tom Berenger
Tom Berenger vero nome e cognome (Thomas Michael Moore), e' nato a Cichago nel 1949.
Grande attore di talento, e autore di ottime interpretazioni in prestigiose pellicole come protagonista assoluto, negli ultimi 8 anni rinnega la madre Hollywood, che lo etichetta come attore piu' odiato dal suo star system, pur non potendone dimenticare la bravura e l'espressività.Tom Berenger si e' sposato per tre volte, la prima volta con la scrittrice Barbara Wilson che gli ha dato 2 figli maschi, in seguito si e' sposato con Lisa Williams che gli ha dato tre femmine, e attualmente e' sposato con Patricia Alvaran, che lo ha reso nuovamente padre di una bambina.Conosce alla perfezione tre lingue straniere che sono l' italiano, lo spagnolo, e il francese, (piu la sua lingua madre che e' l' inglese).Laureato in giornalismo, ha cominciato a recitare in piccole commedie teatrali proprio alla Universita' del Missiuori (dove ha ottenuto con pieno merito la laurea), e ha fatto parte della Squadra Universitaria di Football Americano.Terminati gli studi cerca subito di mettersi in evidenza nel mondo dello spettacolo, cominciando la carriera di attore nell' opera teatrale "Chi Ha Paura Di Virginia Wolf ?", quindi si trasferisce a New York City dove si applica nello studio della recitazione, e nel frattempo intepreta in palcoscenico al "Long Wharf Theatre" nella rappresentazione dal titolo "La Rosa Tatuata", in seguito appare in alcune serie televisive come la soap opera "One Life to Live".Nel 1976 fa' il suo esordio nel mondo del cinema nel lungometraggio indipendente, dal titolo "Rush It", Film mai arrivato in Italia, nel 1977 recita nella parte di un omosessuale, nel Film drammatico "In Cerca Di Mr. Goodbar" diretto da Richard Brooks, nello stesso anno interpreta il suo primo Film da protagonista, il movie-commedia "Donna È Meraviglia" diretto da George Kaczender, la pellicola in questione e' tratta dal romanzo scritto da Stephen Vizinczey.IL suo modo di recitare ricorda molto a quello di Marlon Brando e George Peppard.Attore molto bravo (sicuramente tra i primi 10 al mondo), e' in grado di recitare qualsiasi parte, come attore protagonista nel personaggio di Sam "un' attore di telefilm", nel movie-cult "Il Grande Freddo" diretto da Lawrence Kasdan, nella parte del sergente psicopatico nel Film "Platoon" diretto da Oliver Stone, in un' indiano che si fa' paracadutare nel Film "Giocando Nei Campi del Signore" diretto da Hector Babenco, fino ad interpretare un prete nel Film "Last Rites" tradotto in Italiano "L'ombra del Peccato" diretto da Donald P. Bellissario, per passare come guida di montagna nel movie-thriller-avventuroso "Sulle Tracce Dell' Assassino" diretto da Roger Spottiswoode, e proseguire nel ruolo di un' esponente nazista nel lungometraggio drammatico diretto da Costa - Gravas dal titolo "Bretayed", un Film profondamente emotivo e di grande impatto, e che fa' vedere una America segreta dove si nascondono odio e fanatismo.Ha ricambiato ruolo nel 1990 impersonando un detective nel Film anticomerciale "Un' Amore Paseggero" diretto da Alan Rudholp. Molto bravo nelle sue interpretrazioni nei Film commedia, come "Major League 1-2" diretti entrambi da Davis S. Ward, e "Una Bionda Sotto Scorta" diretto da Dennis Hopper.Non dimentichiamoci di "Sliver" diretto da Philip Noyce, forse il Film che Tom Berenger odia di piu' tra quelli che ha interpretato.In questo Film mentre la bella Sharon Stone (diva pornografica certificata da Hollywood amoreggiava con William Baldwin, attore mediocre), Tom Berenger oltre ad essere un' attore vero e attore di presenza, e' stato costretto a caratterizzare il suo ruolo, dalle interpretazioni volgari e a monocorda di Sharon Stone e Willliam Baldwin.
Ha fatto anche l' architetto nel Film "Prova Schiacciante" di Wolfgang Petersen, uno dei Thriller piu' belli degli anni 90, che se per caso alla regia al posto del bravo Petersen ci fosse stato Alfred Hitchcock, si parlerebbe dell' ennesimo capolavoro del grande maestro.Lo ritroviamo nei Film western molto buoni e di ottima fattura (ma ingiustamente sottovalutati), come "L' Ultimo Cacciatore" diretto da Tab Murphy e "L' Angelo Vendicatore" diretto da Craig Baxley entrambi del 1995, in altri lungometraggi western come "Addio Vecchio West" del 1985 diretto da Hugh Wilson, una pellicola che vuole prendere un po' in giro i Film western dei anni 40 che aveva come massimo esponente l' attore Tom Mix, ed il Film " Ritorno Di Butch Cassidy" del 1979 diretto da Richard Lester.Ha recitato anche nella parte di un mafioso nel Film diretto da Abel Ferrara "Paura su Manhattan", doveva interpretare la parte che poi fu' di James Wood nel Film "C 'era una Volta in America" ma purtroppo ha dovuto rifiutare perche' doveva girare altri due Film "Il Grande Freddo" e appunto "Paura Su Manhattan".Complessivamente Tom Berenger ha interpretato una cinquantina di Film dove lo vede protagonista in circa 44 movie.
Ultimamente ha recitato nel lungometraggio "Conflitti Di Interessi" diretto da Robert Altman, "Un Uomo, Un Eroe" diretto da Lance Holl, e prodotto dallo stesso Berenger (lungometraggio storico la cui trama parla della guerra sanguinosa tra gli Stati Uniti D'America e il Messico), e recensita dalla critica U.S.A., come una pellicola anti-americana, e il Film "L'Ombra del Dubbio" diretto da Randal Kleiser, dove Tom Berenger pur essendo attore protagonista non ha fatto altro che svolgere il suo compito, per incapacita' del regista che ha dato troppo spazio alla protagonista femminile (Melanie Griffith), e ha fatto durare il Film almeno 30 minuti in meno.Non dimentichiamoci di alcuni Film impegnati come "Gettysburg" Colossal sulla guerra di secessione diretto da Ronald F. Maxwell, e nel action-movie "L'ora della Violenza" diretto da Robert Mandel, Film verita' che riprende in modo sincero, il pericolo delle gang minorili finanziate dalla malavita locali, mettendo in costante pericolo gli studenti e professori che li combattono ad armi impari.IL Presidente Regan cercando di combattere questa piaga ha imposto che la FBI adestrasse alcuni suoi agenti nel fare i maestri o professori per prevenire e a volte fermare con uccisioni molti delinquenti, che nella scuola vedevano e vedono un businness.Ricordiamoci del lungometraggio "One Shot One Kill" Film vero e crudo diretto da Luis LLosa (un' autentico gioiello nel suo genere), e del Film sofisticato, intrigante e con molta suspance come "Chi Protegge Il Testimone" diretto da Ridley Scott.In questi ultimi due anni Tom Berenger ha interpretato come co-protagonista il Film "Takedown" diretto da Joe Chapelle, da attore protagonista "The Holywood Sign" diretto da Sonke Wortmann e "Cruel and Unusual" diretto da Georges Mihalka ed e' comparso in due cameo-role, nell' action-movie "Trayning Day" diretto da Antoine Fuqua, e nel thriller "D-tox" diretto da Jim Gileespie.Tom Berenger in data 1986 e' stato nominato come migliore attore non protagonista all' Oscar, e ha vinto il Golden Globe sempre nella stessa categoria con il Film "Platoon".Ha ricevuto il premio teatrale nel 1988 "1988 Distinguished Alumni Award".Nel 1993, e' stato nominato come migliore attore televisivo, al premio "Emmy Award", con la miniserie a due puntate dal titolo "Cheers".Tom Berenger ha ricevuto altri premi nella sua prestigiosa carriera (come nel 1997), nel Film televisivo "Rough Riders" diretto da John Milius, vincendo il "Lone Star Film and Television Award/Best Television Actor", l' oscar di tutti i tipi di Televisione : via cavo, digitale e normale, con il secondo miglior ascolto e visione di sempre da quando esiste la televisione negli Stati Uniti D' America.È stato premiato con il "Order of the Palmetto" nel 1998.Nell' anno 2000 ha ricevuto come premio il " 2000 Golden Boot Award".Protagonista in una delle sue migliori interpretazioni nel Film "Platoon", e' presente con tale pellicola nel "The American Film Istitute's 100 Greatest Films of the Century".L' ultima particolarita' e' la seguente, nel Film "Platoon", Tom Berenger e' stato scippato completamente dell' oscar, in quanto egli doveva essere introdotto nella suddetta premiazione come migliore attore protagonista (questa notizia era data per certa al 100%, ad un mese della cerimonia dell' Academy Award), dove vi era anche Paul Newman (con il seguito del Film lo "Spaccone", "Il Colore Dei Soldi"), che di oscar (molto ingiustamente), non ne aveva vinto ancora uno.Se Tom Berenger fosse stato messo in quella categoria non ci sarebbe stata storia, e l' oscar l' avrebbe vinto Lui, ma per non fare subire l' ennesima delusione al bravo Newman, Tom Berenger fu' spostato nella categoria come migliore attore non protagonista, nella parte dello psicopatico sergente Barnes.
In quella stessa categoria si trovava anche l' ottimo Williem Defoe che nel Film Platoon interpretava la parte del bravo sergente Elias.Concludendo, per non scontentare tutti e due gli attori (Tom Berenger e Williem Defoe), premiarono con un Film normale l' attore Michael Caine.Una ridicola e vergognosa messa in scena che fu' riportata da i giornali specializzati (nel settore del cinema) di tutto il mondo, denunciando a livello giornalistico la poca professionalita' di Hollywood e delle sue case cinematografiche piu' potenti che avevano gia' deciso prima a chi assegnare l' oscar.Tom Berenger e' un grandissimo attore che odia la vita mondana, e' un uomo di alti principi morali che non scende a patteggi di nessun tipo, in particolare modo con il marcio star system di Hollywood, e con le sue svariate lobby.
In una intervista rilasciata ad un famoso mensile di cinema americano, ha dichiarato "che non gli frega niente ne' di Hollywood e neppure dell' oscar, sottolineando che ormai in quel di Hollywood recitano Cani, Gatti e Pony (praticamente chiunque), e se la situazione negativa persiste, lui continua a fare Film indipendenti o via cavo", come l' ultimo Film Tv uscito in questi giorni, intitolato "Johnson County War", riscuotendo recensioni buonissime, con molti critici che hanno valutato tale Film Tv, come uno dei piu' bei Film Western dei ultimi 20 anni, e spiegando che se lo trasmettessero al cinema Tom Berenger meriterebbe una candiatura all' oscar.

14/10/2002 00:00:00 - Fabio Raina


fantastico..

23/01/2006 00:00:00 - Enry